Produttore professionale per cuffie e auricolari dal 1997

+ 86-755-82957397 sales@yes-hope.com

Casa > Notizie > Notizie internazionali > La Casa Bianca conferma che Tr.....
Contattaci
Nostra posizione Aggiungi: 3F., 1 ° Bldg., Wanxia Industrial Park, Shajing, distretto di Bao'an, Shenzhen, Cina Informazioni sui contatti Email: sale...Contattare la società
Cuffie calde

Notizie

La Casa Bianca conferma che Trump è al telefono con i leader militari nella parte orientale della Li

La Casa Bianca ha confermato il 19 che il presidente Donald Trump ha avuto una conversazione telefonica con il libico Haftar, il leader militare orientale della Libia, il 15 per riconoscere gli sforzi di quest'ultimo per combattere il terrorismo.



Produttore di call center per cuffie

Alcuni diplomatici delle Nazioni Unite hanno stabilito che la telefonata indica che gli Stati Uniti sostengono Haftar.

La Casa Bianca ha rilasciato una dichiarazione sul 19 ° confermando che Trump e Hafftal hanno parlato di "sforzi anti-terrorismo".

La dichiarazione afferma che Trump "ha riconosciuto l'importante ruolo svolto dal feldmaresciallo Haftar nella lotta al terrorismo e nel garantire la sicurezza delle risorse petrolifere libiche".

I due uomini hanno parlato il 15, e non è chiaro perché la Casa Bianca abbia ritardato la pubblicazione delle notizie.

Il segretario alla Difesa della Difesa, Patrick Shanahan, ha detto il 19 che sostiene il "ruolo di giocatrice nell'antiterrorismo" di Haftar. Gli Stati Uniti hanno bisogno di Haftar per "fornire supporto" nel raggiungimento della stabilità della Libia. Ha anche detto che "i mezzi militari non sono la soluzione di cui ha bisogno la Libia".

Il giornalista ha chiesto se Trump aveva discusso con Shanahan prima della chiamata. Shanahan ha risposto che il Pentagono e la Casa Bianca "concordano costantemente sulla Libia".

Haftar ha sede a Bengasi, la seconda città più grande della Libia. Il suo "Esercito Nazionale" lanciò un'offensiva contro la capitale Tripoli il 4, con l'obiettivo di ottenere un governo di unità nazionale riconosciuto dalle Nazioni Unite.

Il governo di unità nazionale e le sue forze armate controllano parti della parte occidentale di Tripoli.



Produttore di cuffie wireless Cina

I sobborghi di Tripoli hanno continuato a essere bombardati in passato, uccidendo 2 bambini il 19 e uccidendo almeno 7 il 17. Almeno 2.000 persone sono scese in strada a Tripoli il 19 per protestare contro l'attacco di Haftar.

Il dimostrante Abdul Rizak Musherib era insoddisfatto della chiamata di Trump con Haftal e ha detto a Reuters: "Non ha senso chiamare, ma risponderemo".

Il canale arabo di Sky News TV ha trasmesso un'intervista esclusiva con il portavoce dell'esercito nazionale Ahmed Mismiri il 19. Ha detto: "Le parole di Trump significano che gli Stati Uniti sono convinti che l'esercito libico svolga un ruolo chiave nella lotta al terrorismo ... (call) avrà un impatto positivo sulla lotta agli estremisti".

Il 18, gli Stati Uniti non hanno accettato di sostenere la bozza di risoluzione del Consiglio di sicurezza proposta dal Regno Unito per chiedere un cessate il fuoco in Libia, affermando che è necessario più tempo per essere esaminata.



Produttore di casse Bluetooth cina

AFP, basato sull'interpretazione di diversi diplomatici delle Nazioni Unite, il riconoscimento di Trump dimostra che gli Stati Uniti sostengono Haftar e possono spiegare perché Havtar ha insistito per catturare Tripoli anche se ha sofferto di più paesi europei e delle Nazioni Unite.

Un diplomatico delle Nazioni Unite che non voleva essere nominato ha detto all'AFP che la chiamata di Trump "ha chiarito" la posizione degli Stati Uniti. Diversi diplomatici dissero: "Haftar crede che debba combattere fino alla fine" e crede fermamente che "può vincere".

Jalil Arsha, ricercatore presso l'Istituto Kling Hendal per le relazioni internazionali nei Paesi Bassi, mantiene una visione simile e dice a Reuters che il telefono di Trump equivale a dimostrare il supporto per le azioni di Haftar.

Haftal ha seguito Muammar Gheddafi per aiutare quest'ultimo a lanciare una rivoluzione nel 1969 e farsi carico della Libia. Durante le guerre tra Libia e Ciad negli anni '80, i due si ruppero e Haftar fu catturato dal Ciad e successivamente salvato dalla CIA. Visse in Virginia per 20 anni e tornò in Libia nel 2011 per investire nella guerra contro Gheddafi.

Haftar è supportato da Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Russia. Agence France-Presse ha riferito che la "lista di supporto" ora è chiaramente in grado di aumentare gli Stati Uniti. Il Qatar e la Turchia sostengono il governo di unità nazionale.

Agli occhi di molti diplomatici dell'ONU, Haftar non lancerà un attacco senza il sostegno dei sostenitori, e se potrà restituirlo sarà anche in qualche modo legato alla volontà dei sostenitori.