Produttore professionale per cuffie e auricolari dal 1997

+ 86-755-82957397 sales@yes-hope.com

Casa > Notizie > Notizie internazionali > Il Venezuela annuncia la rottu.....
Contattaci
Nostra posizione Aggiungi: 3F., 1 ° Bldg., Wanxia Industrial Park, Shajing, distretto di Bao'an, Shenzhen, Cina Informazioni sui contatti Email: sale...Contattare la società
Cuffie calde

Notizie

Il Venezuela annuncia la rottura delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti

Il Venezuela annuncia la rottura delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti

24 gennaio 2019 11:41 Fonte: China News Network

Fornitore di accessori per smartphone Cina

PECHINO, 24 gennaio (Reuters) - Il presidente venezuelano Maduro ha annunciato il 23 novembre che il Venezuela ha ufficialmente rotto le relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti. Da quando Maduro è entrato in carica, gli Stati Uniti hanno frequentemente eluso le sanzioni contro il Venezuela e ha ripetutamente espresso la sua opposizione al governo di Maduro. Dopo che il Venezuela ha annunciato la "rottura", dove andrà il rapporto tra Stati Uniti e Stati Uniti, e come la "rottura" influenzerà le relazioni tra i paesi dell'America Latina causerà preoccupazione.
La relazione tra Stati Uniti e Stati Uniti continua ad essere tesa
Negli ultimi anni, il governo degli Stati Uniti ha esercitato pressioni sul governo di sinistra latinoamericano per intervenire in varie forme e il Venezuela ne sopporta il peso. Nel 2013, quando il presidente venezuelano Chavez è morto di cancro e Maduro è stato eletto, gli Stati Uniti hanno adottato un modo chiaro o implicito per sostenere l'opposizione.
Alla fine del 2015, la coalizione di opposizione venezuelana ha acquisito il controllo del parlamento, che ha portato all'escalation del conflitto tra le due parti negli ultimi due anni. Il partito di opposizione ha costantemente pressato il governo di Maduro attraverso la legislazione parlamentare, l'intervento internazionale e le proteste di piazza.
Alla fine di luglio 2017, il Venezuela ha tenuto un'elezione dell'Assemblea costituzionale e successivamente ha istituito un'assemblea costituzionale. Il governo spera di sollevare il potere costituzionale dell'opposizione ricostituendo la costituzione. Le elezioni sono state boicottate dall'opposizione e considerate seriamente incostituzionali.
Successivamente gli Stati Uniti hanno annunciato sanzioni economiche contro un certo numero di alti funzionari del governo venezuelano, incluso il presidente Maduro, e hanno vietato alle istituzioni finanziarie statunitensi di partecipare alle nuove operazioni di debito e di equità del governo venezuelano e delle compagnie petrolifere venezuelane di proprietà statale e hanno vietato le istituzioni statunitensi dalla partecipazione al settore pubblico venezuelano. Parte dell'operazione di prestito emessa.


produttore di call center per cuffie

Nelle elezioni generali tenutesi nel maggio 2018, Maduro ha vinto e rieletto con successo il presidente. Tuttavia, questa elezione è stata contrastata dall'opposizione interna venezuelana, dai governi di Europa e Stati Uniti e da diversi paesi dell'America Latina.
Il 10 gennaio 2019, Maduro ha prestato giuramento come nuovo presidente venezuelano. Alcuni paesi, come gli Stati Uniti, hanno rifiutato di riconoscere il nuovo mandato di Maduro sulla base della democrazia e dei diritti umani, e hanno continuato ad estendere le sanzioni a livello economico, finanziario e commerciale.
In termini di relazioni diplomatiche, sebbene il Venezuela e gli Stati Uniti abbiano stabilito relazioni diplomatiche, dal luglio 2010, i due paesi non si sono scambiati gli ambasciatori. Nel 2018, hanno anche espulso i diplomatici l'uno dall'altro.
Alleati politici latinoamericani ridotti
In termini di relazioni regionali, a partire dalla fine del 2015, con il pendolo politico in America Latina, gli alleati politici del Venezuela in America Latina sono stati significativamente ridotti. Brasile, Argentina, Perù e altri paesi che si sono opposti all '"interferenza delle forze straniere negli affari interni del Venezuela" si sono trasformati e sono diventati il ​​partito che ha fatto pressione sul governo di Maduro.
Allo stesso tempo, il Venezuela ha ricevuto sempre meno sostegno da organizzazioni regionali. Ci sono stati molti cambiamenti nelle posizioni del mercato comune meridionale (indicato come la città comunista del sud) e dell'Unione delle nazioni sudamericane in Venezuela.
Alla fine del 2016, i quattro paesi fondatori del Partito comunista meridionale, Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay, hanno sospeso l'adesione al Venezuela con la motivazione che "il Venezuela non ha rispettato l'accordo MERCOSUR sul commercio, la giustizia e i diritti umani". Il ministro degli Esteri venezuelano ha annunciato nell'aprile 2017 che il Venezuela ha avviato ufficialmente il processo di ritiro dall'organizzazione perché l'Organizzazione degli Stati americani ha seriamente interferito con gli affari interni del Venezuela.


BT fornitore di cuffie Cina

Il rinnovato tumulto politico in Venezuela ha innescato la disgregazione di Stati Uniti e Stati Uniti, e Cuba ha espresso il suo sostegno al presidente Maduro. Negli ultimi due anni, sebbene Stati Uniti e Stati Uniti siano vicini, il rapporto tra Cuba e Venezuela rimane stretto. Come principale alleata del Venezuela, Cuba si è opposta fermamente alle sanzioni statunitensi contro il Venezuela.
Secondo l'analisi della politica statunitense nei confronti dell'America Latina, gli Stati Uniti hanno il consenso di fondo sul fatto che un'America Latina frammentata e non unificata è più in linea con gli interessi fondamentali degli Stati Uniti e può assicurare l'influenza speciale degli Stati Uniti in latino America. Sebbene gli Stati Uniti abbiano adottato strategie diverse per i paesi dell'America Latina, il suo scopo è quello di reprimere e indebolire continuamente le forze di sinistra in America Latina. (Finire)